Maggiore resistenza alle infezioni

L'organismo è in costante contatto con numerosi agenti patogeni, molti dei quali purtroppo tendono ad essere patogeni (che causano malattie).

Pertanto, l'importanza di una dieta equilibrata con prodotti freschi e naturali e di uno stile di vita il più possibile privo di stress non ha certo bisogno di essere sottolineata in questa sede.

In questo modo, un sistema immunitario ben funzionante può aiutare a prevenire le malattie. È quindi certamente utile rafforzare i nostri meccanismi di protezione innata in modo che i parassiti indesiderati possano essere respinti.

Negli anni '60 e '70, la ricerca ha mostrato chiaramente che alte concentrazioni di piccoli ioni d'aria possono influenzare significativamente il corso delle infezioni generate sperimentalmente prodotte attraverso le vie respiratorie nei topi sperimentali. È stato dimostrato che concentrazioni di oltre 200.000 ioni positivi per centimetro cubo di aria aumentano significativamente il tasso di mortalità dei topi.

Negli esperimenti con gli ioni negativi effettuati nel nostro laboratorio in Svizzera in quel periodo, il tasso di mortalità dei topi infettati da virus influenzali è sceso in modo sorprendente! Questa scoperta è stata fatta anche dal gruppo di ricerca del Professor Dr. Albert P. Krueger (Università della California, Berkeley) quando gli animali erano tenuti in contenitori esposti a ionizzazione negativa.

Nota: Siamo lieti che oggi non dipendiamo più dagli esperimenti con esseri viventi innocenti. Fortunatamente i tempi sono cambiati!

L'influenza non deve essere per forza!

La nostra ricerca ha dimostrato chiaramente che sotto l'influenza di un contenuto equilibrato di ioni d'aria, il virus dell'influenza incontra una maggiore resistenza nell'organismo ... il che significa che in un ambiente ottimamente ionizzato, anche durante le epidemie influenzali, il virus virulento dell'influenza non porta quasi mai a malattie significative.

Questo è stato testato con successo su centinaia di persone. Negli esperimenti condotti in Svizzera e che hanno coinvolto scienziati della comunità di ricerca di Marah, l'obiettivo originale era solo quello di ripristinare una buona aria interna e, in particolare, di eliminare i cattivi odori. Dopo la fine del periodo di prova, che coincideva con un'epidemia di influenza (dicembre 1971), sono state determinate anche le assenze.

Si è constatato che, rispetto alle camere test alla cieca, sono state registrate il 92,5 % di assenze per malattia in meno! Questo risultato è stato sorprendente anche perché le indagini del Professor Dr. Albert P. Krueger sono diventate note solo più tardi, in seguito a questo risultato.


>• sezione successiva: promuove il bilancio della serotonina